La salute è un diritto primario

Uno dei primi, e forse il primo europeo che prese l'abitudine di respirare il fumo di tabacco, fu un certo Rodrigo Jeres, un compagno di viaggio di Cristoforo Colombo, che venne messo in prigione perchè aveva preso il vizio d'imitare quello che facevano i selvaggi del Nuovo Mondo. Colombo era ritornato dal suo primo viaggio

La tradizione dei tortellini a Bologna

Nelle case dei bolognesi, il giorno prima di Natale si faceva il rito dei tortellini. L'arzdora aveva già comperato tutti gli ingredienti e tutti i componenti della famiglia erano avvisati che dovevano collaborare. Al pchèr (macellaio) aveva fornito il cappone per fare il brodo, e anche la zònta (l'aggiunta) di un osso con ancora l'ambròlla

Le torri di Bologna

Sappiamo che le torri erano molto numerose, sicuramente erano più di cento, ma oggi se ne possono contare solo ventitré, e alcune non sono visibili, perché sono state abbassate e inglobate negli edifici.  Sono tutte state costruite nel 12° e 13° secolo, come simboli di potere delle famiglie proprietarie, e per difesa estrema nelle battaglie

Il canale Navile (in breve)

= 1130 = Presso Casalecchio, i Canonici Renani (S.Salvatore) fanno cominciare la costruzione di una "chiusa" che convoglia parte delle acque del Reno verso la città a mezzo di un canale.  Inizialmente, le acque servono per alcuni mulini e per irrigazione degli orti. = 1208 = La consorteria dei Ramisani cedono parte delle acque al

Bologna, una città di carattere

Quali sono le caratteristiche storiche della nostra città? Come possiamo descrivere Bologna a chi non la conosce? Ogni luogo ha la sua identità storica. Possiamo cominciare a dire che Bologna è stata indicata nelle cronache come "dotta, grassa e rossa". Il nome di dotta è riferito all'università, la più antica scuola di studi giuridici nata

La Sancta Jerusalem Bononiensis

Il complesso religioso di S. Stefano è più antico di Bologna. Nell'anno 393 venne a Bologna il vescovo Ambrogio di Milano e fece "l'invenzione" dei proto-martiri Vitale e Agricola, che avevano subìto il martirio nel 303 sotto Diocleziano. I corpi vennero trovati in un cimiterino ebraico poco distante. Agricola era un possidente e un militare

Gli antichi mercati di piazza

Ci sono delle vecchie foto, della fine dell’800, che mostrano Piazza Maggiore con il mercato. Tutta la piazza era occupata dalle trabacche dei venditori, ed anche la Piazza del Nettuno. Il mercato del venerdì era stato istituito e regolamentato da Papa Bonifacio VIII. Quello che si era fatto fare una statua di lamiera ricoperta d’oro,

Bologna – La città dei portici

Chi non ha mai visitato Bologna prova la stessa meraviglia che si prova quando si entra in una città di favola com'è Venezia. La particolarità più evidente che sorprende al suo arrivo il viaggiatore sono i  portici.  Egli viene affascinato dalla lunga e interminata teoria di luci e di ombre che gli archi formano in

Bologna – il Palazzo Comunale

E' costituito da diversi edifici che formano un quadrilatero, che dalla Piazza Maggiore arriva fino a via Venezian.  La parte più antica è quella sotto la Torre dell'Orologio, che era della famiglia del giurista Accursio.  Dal 1293 era il deposito per la gestione e la distribuzione pubblica delle granaglie, e veniva chiamato Palazzo delle Biade. 

Bologna – Piazza del Nettuno

Nel 1563 Papa Pio IV° Medici riesce a chiudere il lungo e combattuto Concilio di Trento, che era iniziato nel 1545.  Il papa vuole celebrare la conclusione del Concilio con festeggiamenti e opere d'arte nelle città del suo regno.  A Bologna la funzione di Legato Pontificio era a nome del card. Carlo Borromeo (poi santo),

Load More Posts